Telai

Rinnovata tradizione

Il nostro saper fare

Il “saper fare” di lavori e di gestualità manuali. Una cura nelle rifiniture ed un’attenzione alla qualità che si esplicitano con il controllo diretto delle fasi, un’esperienza che ancora non si è persa nel tempo.

Nello specifico ruolo legato alla tessitura, l’abilità è direttamente collegata all’esperienza maturata ed è una cosa che, a parte il fatto di essere più o meno predisposti, si acquisisce semplicemente sul campo.

La volontà è quella di poter tramandare, trasmettere e ravvivare quella storia e quella tradizione che caratterizzavano la nostra penisola fino alla prima metà del ‘900. Una cultura del telaio a mano che dobbiamo preservare, aumentando l’interesse verso una tecnologia, apparentemente antica, ma che in realtà è la base e tutt’oggi permette creazioni che i più moderni telai meccanici ancora non permettono.

Telai a mano

Tessitura 2.0

I telai con cui realizziamo i nostri tessuti sono una preziosa eredità. Telai ortogonali con tiralicci di metà del 1800, rimessi in funzione nel 2012 da un’idea di Carlo per dare vita a un concetto di “tessitura 2.0”. Sistemati e rinnovati con l’inserimento di dettagli per attualizzarli, come lucine led per agevolare il lavoro manuale. Studiati e “riscoperti” in tutto il loro potenziale, con un sistema ad esempio che permette la retromarcia nella creazione della trama. Uno strumento antico e sempre attuale, visto con occhi nuovi.

Telai a mano

Il processo

Nei nostri spazi riviviamo tutti i passaggi più importanti della tessitura un processo antico che ogni giorno riprende vita con sfumature nuove e sperimentazioni. Macchinari come la spolettatrice, l’orditoio e telai con diverse caratteristiche. Navette in legno, licci e “pettini” differenti: i nostri strumenti base per creare tessuti e accessori attuali. Ciò che rende il cuore di Tessitura La Colombina oggi vivo.